Logo Infini.to

SONG FOR STARS

SONG FOR STARS

Song for Stars

Lo spettacolo del cielo in musica

7-28 GIUGNO / 12 LUGLIO 2024, INGRESSO ORE 19.30

Song for Stars per uno spettacolo… Inifini.to! Musica e stelle saranno, per tre venerdì tra giugno e luglio, le protagoniste dell’estate 2024 al Planetario di Torino per l’iniziativa Song for Stars. Si inizia il 7 giugno con Gianluca Petrella per continuare con Humanoid Gods Showcase (28/06) e Cletus Cosmic Arkestra (12/07).

Il programma delle serate sarà il seguente:

SHOW 1 – ingresso dalle ore 19.30 con possibilità di visitare liberamente il Museo interattivo; inizio della performance musicale alle ore 21.00 all’interno del Planetario digitale.

SHOW 2 – ingresso dalle ore 20.30 con possibilità di visitare liberamente il Museo interattivo; inizio della performance musicale alle ore 22.00 all’interno del Planetario digitale.

Durante l’evento il bar sarà aperto.

Grafica Song for Stars

Biglietti disponibili solo online. Nell’ambito delle Settimane della Scienza 2024.

Logo Settimane della Scienza

Foto di Gianluca Petrella

Gianluca Petrella

Presenta LUCE

7 GIUGNO, SHOW 1 INGRESSO ORE 19.30 / SHOW 2 INGRESSO ORE 20.30

Gianluca Petrella (Bari, 1975) è tra i più riconosciuti musicisti italiani nel mondo. Strumentista, compositore e produttore, ha vinto per due anni consecutivi il Critics Poll della rivista Down Beat, nella categoria “artisti emergenti” e negli oltre 20 anni di carriera ha intrecciato in maniera trasversale il meglio della scena musicale contemporanea sia in ambito discografico che sui palchi dei più rinomati festival e club del pianeta.

Oltre all’importante e ultra ventennale legame artistico con Enrico Rava, nel suo variegato percorso professionale ha affiancato un numero ampissimo di artisti italiani e internazionali di indiscusso prestigio: dalla Sun Ra Arkestra diretta da Marshall Allen a Carla Blay, da Paolo Fresu ai Matmos, da Lester Bowie a Manu Di Bango, da Pat Metheny a John De Leo, Dj Ralf, Ricardo Villalobos, Max Loderbauer e Moritz von Oswald.

Collaborazione longeva inoltre è quella, ultridecennale, con il produttore, dj e musicista Nicola Conte, mentre l’interesse per la commistione tra diverse discipline artistiche l’ha portato a cimentarsi in creazioni originali per il cinema, la danza e il teatro (Exp and Tricks 2010, Liquido 2016, HOODOO, 2019, Flow-La mente Latente, 2015).

ECM, Emi/Blue Note Records, Schema Records, !K7, Electronique.it sono solo alcune delle etichette che hanno pubblicato i dischi di Gianluca Petrella, che nel 2009 fonda la propria Spacebone Records e consolida la già approfondita esperienza nell’ambito della produzione musicale acquisita frequentando i migliori studi di registrazione del mondo. Dal 2017 collabora stabilmente con Lorenzo Cherubini aka Jovanotti sui palchi così come in studio e mentre continua a ricoprire ruoli chiave in diversi progetti artistici coinvolgenti nomi di spicco del panorama musicale mondiale, tra cui Pasquale Mirra e Dj Gruff, come leader ha attualmente attivi il prolifico quintetto Cosmic Renaissance, (evoluzione galattica della Cosmic Band) e Trio 70’s.

Foto Humanoid Gods

Humanoid Gods

Presenta 2Extraterrestrial Encore II:
Pleiadian Reconnection

28 GIUGNO, INGRESSO ORE 19.30

Humanoid Gods è l’incarnazione musicale di un’antica connessione tra l’umanità e le intelligenze extraterrestri provenienti da lontane galassie. Radicato nel cuore della scena elettronica, Humanoid Gods esplora i confini dell’universo sonoro, mescolando influenze dark, techno, acid e d’avanguardia per creare un’esperienza musicale unica e trascendentale.

Il progetto nasce dalla mente creativa di un artista immerso nell’oscurità della Nasty Music Basement, una fucina di talenti della musica elettronica. Guidato da una profonda curiosità per l’ignoto e il paranormale, Humanoid Gods si propone di esplorare il legame ancestrale tra l’umanità e gli esseri extraterrestri che hanno plasmato la nostra storia.

Humanoid Gods porta questa visione unica sul palco attraverso performance live coinvolgenti e ipnotiche. Armato di una vasta gamma di hardware, tra cui drum machines, sequencer e sintetizzatori analogici e digitali, l’artista crea atmosfere sospese tra il terreno conosciuto e l’ignoto. Ogni live set è un viaggio sonico attraverso paesaggi mentali inesplorati, in cui il pubblico è invitato a esplorare le profondità della propria coscienza.

Oltre alle performance live, Humanoid Gods trasmette la sua visione attraverso coinvolgenti dj set. Con una selezione curata di tracce che abbracciano le influenze dark, techno e d’avanguardia, l’artista guida il pubblico in un viaggio attraverso le dimensioni nascoste della mente e dell’Universo.

CLETUS

Cletus

Presentano Kosmische Reise

12 LUGLIO, INGRESSO ORE 19.30

I Cletus sono un collettivo musicale strumentale nato ai Docks Dora a Torino nel 1999, che ruota attorno alle composizioni e alle armonie del chitarrista Stefano Danusso accompagnate da un incedere ritmico che guarda all’elettronica minimale europea e alla musica afroamericana. Hanno all’attivo tre dischi e numerosi live sia in Italia che all’estero.

Cosmic Arkestra è un viaggio in 6 composizioni accompagnato dall’orchestra cosmica dei Cletus: un’orchestra che coinvolge musicisti provenienti da diverse esperienze (Calibro 35, Casino Royale, Willie Peyote, Barbarins Fourchus e altri).

Musica suonata ma pensata e prodotta come se fosse musica elettronica, con beat e armonie che generano un pattern solido su cui il canto degli strumenti si fa lieve e libero di alzarsi in volo. Nato dalla scrittura del Maestro Stefano Danusso, il disco è poi stato rimasticato dalla band che lo ha impreziosito con il proprio background, eterogeneo come i componenti della band: elettronica, jazz, post rock, punk hardcore, pop, reggae. Potete trovare tutto ciò nel disco o, più probabilmente, tutt’altro. Sicuramente potete trovare una fotografia a fuoco di ciò che sono oggi i Cletus o, meglio, un dagherrotipo del percorso fatto nell’ultimo lustro.

Eventi realizzati in collaborazione con

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER