Logo Infini.to

Eclissi totale di Luna

Varie fasi dell'eclissi di Luna dietro alla Sacra di San Michele

Lunedì 16 maggio tutti con il naso all’insù!

È in arrivo uno dei fenomeni astronomici più attesi dell’anno! Lunedì mattina, poco prima dell’alba, il nostro satellite attraverserà il cono d’ombra generato dalla Terra, un fenomeno noto come eclissi di Luna.

Questo accade quando la Terra si trova esattamente tra il Sole e la Luna (come nello schemino). Nel ciclo delle fasi lunari tale allineamento viene raggiunto durante la Luna piena, cioè quando l’emisfero lunare visibile dalla Terra è completamente illuminato dal Sole. Tuttavia l’orbita lunare non è perfettamente allineata con quella terrestre, ma possiede una leggera inclinazione di circa 5°. Il risultato è che questo allineamento mensile riesce a portare la Luna nel cono d’ombra del nostro pianeta solo occasionalmente (le condizioni favorevoli si presentano appena due volte l’anno), e nelle restanti occasioni la Luna semplicemente passa appena sopra o sotto di esso.

Grafico che mostra l'allineamento necessario di Sole, Terra e Luna per osservare un'eclissi di Luna

Quando l’ombra terrestre copre solo una porzione della superficie lunare si parla di eclissi parziale, mentre quando l’allineamento è quasi perfetto allora si parla di eclissi totale e l’intera Luna rimane al buio. È il caso dell’evento di lunedì mattina, durante il quale la Luna rimarrà completamente immersa nell’oscurità per circa un’ora e mezza.

L’evento inizierà presto, alle 3:32 di mattina quando il bordo della Luna entrerà in contatto con la penombra del nostro pianeta: inizia l’eclissi di penombra, in cui la Luna è solo leggermente adombrata. L’ombra invece viene raggiunta dopo circa un’ora alle 4:27, dando inizio alla fase di eclissi parziale.

La totalità viene raggiunta alle 5:29, quando anche l’ultimo spicchio di Luna entra nel cono d’ombra terrestre. Il buio lunare però non sarà completo. Questo perché la Terra possiede un’atmosfera, e ciò introduce un effetto particolare: la diffusione e rifrazione della luce. Per un osservatore lunare il Sole è nascosto dietro alla Terra, ma il bordo di questa continua a diffondere e rifrangere parte della sua luce, accendendosi di colori infuocati. E così la Luna si tinge di rosso, perché viene illuminata dalla luce di tutti i tramonti e tutte le albe del nostro pianeta contemporaneamente!

Questo fenomeno spaventava molto i nostri antenati. In un’epoca antecedente a calendari e orologi, lo scandire del tempo era dato esclusivamente dai moti dei corpi celesti, e la Luna era il più costante e predicibile di tutti. Non per niente la durata media di un mese del nostro calendario, circa 30 giorni, discende proprio dalla durata del ciclo delle fasi lunari, pari a circa 29,5 giorni. Un’eclissi lunare era una forte anomalia in questo ciclo, ed era quindi interpretato come presagio di sventura. Come se non bastasse le eclissi totali tingevano la Luna del colore del sangue, un fenomeno ancora più anomalo e spaventoso.

Emblematico è il caso della battaglia di Siracusa, avvenuta nel 413 a.C. durante la spedizione siciliana della Seconda Guerra del Peloponneso. Gli ateniesi, comandati da Nicia, avevano già subito pesanti sconfitte a opera dei siracusani e i loro alleati spartani, e si stavano preparando a ritirarsi dalla Sicilia. Quando ecco che il 28 agosto avviene un’eclissi totale di Luna, e il colore sanguigno del satellite spaventa a morte Nicia e i suoi sacerdoti. L’evento fu considerato un presagio talmente pessimo che i preparativi vennero interrotti, e la partenza rimandata di 27 giorni. I siracusani non si fecero sfuggire l’occasione, e attaccarono l’esercito ateniese ormai esausto e provato, distruggendolo completamente. Una profezia autoavverata.

Il massimo della totalità verrà raggiunto alle 6:11, poco prima che la Luna tramonti a Torino, rendendo quindi invisibile il resto dell’evento. Questo vale per tutto il territorio italiano. La totalità terminerà alle 6:53, la parzialità alle 7:55 e la penombrale alle 8:50. Dunque le eclissi di Luna sono eventi piuttosto lunghi, mediamente oltre 5 ore, delle quali 90 minuti di totalità.

Siccome l’allineamento di Terra, Sole e Luna si presenta circa ogni sei mesi avremo una seconda stagione delle eclissi questo novembre, quando ci sarà una seconda eclissi lunare totale. Purtroppo sarà invisibile dall’Italia, perché la totalità sarà esattamente a mezzogiorno da noi. Se il Sole è in cielo è difficile vedere la Luna che durante un’eclissi lunare si trova per definizione nel punto opposto!

Le eclissi di Luna, infine, non sono mai da sole. Questo perché l’allineamento che le rende possibili è lo stesso che genera le eclissi di Sole, durante la fase di Luna nuova. Tale allineamento rimane “buono” a sufficienza per circa un paio di settimane, ed ecco quindi che un’eclissi totale di Luna è sempre accompagnata da una parziale di Sole. Nel caso dell’eclissi lunare totale del 16 maggio la sua “gemella” è stata quella parziale di Sole dello scorso 30 aprile (visibile dal Sud America), e nel caso dell’eclissi lunare totale del 7 novembre la gemella sarà un’eclissi parziale di Sole il 25 ottobre. Dall’Italia sarà visibile appena.

Nei prossimi anni dal nostro Paese si potranno osservare molte altre eclissi lunari, anche 1-2 all’anno. Alcune saranno persino totali, ma saremo piuttosto sfortunati in quanto a tempismo, visto che sarà possibile osservare solo parte del fenomeno prima che la Luna tramonti (o sorga a giochi fatti), come capiterà appunto questo lunedì 16 maggio. La prossima eclissi lunare totale interamente visibile dall’Italia, dall’inizio alla fine, sarà il 20 dicembre del 2029.

Tempistiche dell’eclissi: www.timeanddate.com

Informazioni e mappe sulle prossime eclissi: www.timeanddate.com

Leggi anche

Quando inizia la primavera?

Quando inizia la primavera? Stagioni e calendari Schema che mostra la Terra nel momento dell’equinozio di primavera. I raggi del...

Solstizio d’inverno

Solstizio d'inverno La Terra vista alle ore 6:00 del 22 dicembre da un satellite EUMETSAT. L’emisfero meridionale sta ricevendo molta...

Buon compleanno, ISS!

Buon compleanno, ISS! Crediti: NASA/Crew of STS-132 Novembre è un mese importante per il più grande satellite artificiale mai costruito: la Stazione Spaziale...