Logo Infini.to

ASTROTALK

ASTROTALK

Stazione Spaziale Internazionale

Tecnologie spaziali: da fantascienza a realtà

20 APRILE 2024, INGRESSO ORE 16.00

Tecnologie spaziali: da fantascienza a realtà è il titolo dell’AstroTalk, in programma sabato 20 aprile 2024, in occasione della Biennale Tecnologia 2024. Ospiti l’ingegnere Luca Derosa e il professore Mario Edoardo Bertaina.

Dettagli

Lo studio dell’Universo da sempre richiede sviluppi scientifici e tecnologici che permettano all’uomo di progredire e di ampliare le proprie conoscenze. Avere nuove idee e concretizzarle in sviluppo tecnologico è il primo passo per trasformare la fantascienza in realtà.

Il progresso tecnologico per applicazioni spaziali è allo stesso tempo fantasioso, ma anche estremamente ponderato, perché un nuovo sviluppo è soggetto a una serie di minuziosi passi e controlli che ne innalzino l’affidabilità a livelli tali da garantirne il funzionamento in un ambiente ostile come quello spaziale per lungo tempo. Nell’incontro verrà mostrato il lungo cammino che intercorre tra un’idea scientifica e la sua concretizzazione come missione spaziale, prendendo esempio dall’attuale missione Mini-EUSO a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Elemento essenziale nello studio dell’Universo e nell’espansione oltre i confini della Terra è la possibilità di inviare strumentazione sempre più sofisticata nello spazio. Questo richiede lo sviluppo di tecnologie propulsive innovative. Verrà mostrato, in un excursus tra il presente e il futuro, come idee geniali e fantascientifiche col tempo possano diventare realtà.

Dettagli

Lo studio dell’Universo da sempre richiede sviluppi scientifici e tecnologici che permettano all’uomo di progredire e di ampliare le proprie conoscenze. Avere nuove idee e concretizzarle in sviluppo tecnologico è il primo passo per trasformare la fantascienza in realtà.

Il progresso tecnologico per applicazioni spaziali è allo stesso tempo fantasioso, ma anche estremamente ponderato, perché un nuovo sviluppo è soggetto a una serie di minuziosi passi e controlli che ne innalzino l’affidabilità a livelli tali da garantirne il funzionamento in un ambiente ostile come quello spaziale per lungo tempo. Nell’incontro verrà mostrato il lungo cammino che intercorre tra un’idea scientifica e la sua concretizzazione come missione spaziale, prendendo esempio dall’attuale missione Mini-EUSO a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Elemento essenziale nello studio dell’Universo e nell’espansione oltre i confini della Terra è la possibilità di inviare strumentazione sempre più sofisticata nello spazio. Questo richiede lo sviluppo di tecnologie propulsive innovative. Verrà mostrato, in un excursus tra il presente e il futuro, come idee geniali e fantascientifiche col tempo possano diventare realtà.

Ospiti

Foto di Mario BertainaMario Bertaina
 
Laureatosi in Fisica nel 1993 è attualmente Professore ordinario in Fisica Sperimentale presso il Dipartimento di Fisica e Direttore del Master di secondo livello in Metodi Matematici e Fisica per le Scienze Spaziali dell’Universita’ di Torino. Da numerosi anni si occupa dello sviluppo di missioni spaziali per lo studio dell’universo estremo nell’ambito del programma spaziale internazionale JEM-EUSO e di trasferimento tecnologico nel settore del tracciamento e bonifica di detriti spaziali.
 

Foto di Luca DerosaLuca Derosa

Ingegnere aerospaziale del Politecnico di Torino con Master alla Stanford University. Dal 2009 è CEO della società di ingegneria iMEX.A e dal 2023 è CTO di Skyproxima, società di servizi di mobilità aerea avanzata. È docente di Master di II livello all’Università di Torino in progettazione di missioni e sistemi spaziali e svolge attività di ricerca su propulsione spaziale avanzata e missioni interstellari relativistiche. Inoltre, è attivo da vent’anni nella divulgazione scientifica spaziale.

Ospiti

Foto di Mario Bertaina
Mario Bertaina
 
Laureatosi in Fisica nel 1993 è attualmente Professore ordinario in Fisica Sperimentale presso il Dipartimento di Fisica e Direttore del Master di secondo livello in Metodi Matematici e Fisica per le Scienze Spaziali dell’Universita’ di Torino. Da numerosi anni si occupa dello sviluppo di missioni spaziali per lo studio dell’universo estremo nell’ambito del programma spaziale internazionale JEM-EUSO e di trasferimento tecnologico nel settore del tracciamento e bonifica di detriti spaziali.
 

Foto di Luca Derosa

Luca Derosa

Ingegnere aerospaziale del Politecnico di Torino con Master alla Stanford University. Dal 2009 è CEO della società di ingegneria iMEX.A e dal 2023 è CTO di Skyproxima, società di servizi di mobilità aerea avanzata. È docente di Master di II livello all’Università di Torino in progettazione di missioni e sistemi spaziali e svolge attività di ricerca su propulsione spaziale avanzata e missioni interstellari relativistiche. Inoltre, è attivo da vent’anni nella divulgazione scientifica spaziale.

Info e Biglietti

Oltre a partecipare all’incontro, durante l’evento, sarà possibile visitare liberamente il Museo interattivo e assistere a un spettacolo all’interno del Planetario digitale.

Info e Biglietti

Oltre a partecipare all’incontro, durante l’evento, sarà possibile visitare liberamente il Museo interattivo e assistere a un spettacolo all’interno del Planetario digitale.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER